Era sempre di cattivo umore e tristissima, ma a me questo piaceva. Mi piaceva sapere che aveva scelto me come l’unica persona da non odiare.
Colpa delle stelle. (via stringimipiuchepuoi)

(Source: onedayiwillchangemyfaith, via maniruvide)

Il bacio che desiderava veramente non l’aveva ancora trovato nella bocca di nessuno.
Paolo Giordano - La solitudine dei numeri primi. (via il-colore-del-vento)
quattromaggio:

'E chi sono?' pensò.

quattromaggio:

'E chi sono?' pensò.

«Comunque non importa» riprese. «Io non inseguo nessuno. Non ne ho più voglia ormai.»
Paolo Giordano (via conilcuoreintempesta)
Non sono più disposto a soffrire.
Mi sono svegliato una mattina e ho detto basta.
Nessuno si salva da solo - Margaret Mazzantini (via come-puoi-vivere-a-testa-in-giu)
-E tu cosa ne sai?- Dell’amore, dico.
Dorothea incrociò le morbide mani binache davanti a sè. -Più di quanto tu pensi- rispose. -Non ti avevo letto le foglie del tè, Cacciatore? Ti sei già innamorato della persona sbagliata?
Jace disse: -Purtroppo, Signora del Rifugio, il mio unico vero amore resto io stesso.
Dorothea scoppiò in una risata: -Almeno non ti devi preoccupare di essere respinto, Jace Wayland.
-Non necessariamente. A volte mi dico di no, tanto per non farmi perdere interesse.
(via nothingthatshadow)

ha vinto

Sei sempre stata così… trattenuta. Tutto ciò che ti serviva erano le tue matite colorate e i tuoi mondi immaginari.
Mi è capitato un sacco di volte di ripetere le cose sei o sette volte, prima che tu rispondessi… eri sempre così distante… E poi ti voltavi verso di me e mi facevi uno dei tuoi sorrisi buffi, e io capivo che ti eri completamente dimenticata di me… Ma questa cosa non mi ha mai fatto arrabbiare.
Metà della tua attenzione è meglio di tutta quella di chiunque altro.
Shadowhunters (città di ossa) / Cassandra Clare (via laragazzachesorrideinautunno)
Quando la vedeva, voleva stare con lei; quando stava con lei, desiderava ardentemente toccarla; quando le toccava anche solo la mano, voleva abbracciarla. Voleva sentirla contro di sé com’era accaduto nella soffitta. Voleva conoscere il sapore della sua pelle e l’odore dei suoi capelli. Voleva farla ridere. Voleva stare seduto e ascoltarla parlare di libri fino a stordirsi. Ma erano tutte cose che non poteva volere, perché non poteva averle, e volere ciò che non si può avere conduceva all’infelicità e alla follia.
Shadowhunters, Le origini - Il principe. (via lightofgalatea)
By far
the finest tumblr
theme ever
created
by a crazy man
in Russia